Menu

Vines

Search vine

Varietà sarda a bacca rossa.
Nome attribuito al Biancame nelle Marche.
Varietà a bacca bianca diffuso nelle Marche.
Vedi Piedirosso
Varietà siciliana a bacca rosso. I vini monovitigno che vengono prodotti con questo vitigno vengono chiamati anche Pignatello.
Varietà autoctona friulana a bacca bianca. Con il Picolit si produce un vino dolce molto raro da uve essicate.
Varietà campana a bacca rossa. Viene detta anche Palombina e Pere’e Palummo.
Antica varietà ligure a bacca bianca. I vini che si ottengono da questo vitigno sono profumati, sono da consumarsi preferibilmente giovani.
Sinonimo di Perricone
Varietà valtellinese a bacca scura.
Vitigno a bacca bianca tipico della zona di Bologna. Questa uva viene vinificata per produrre sia vini frizzanti, che vini tranquilli. I vini ottenuti sono caratterizzati da un profumo intenso, delicato ed aromatico.
Vitigno autoctono friulano a bacca scura. I vini che si ottengono con questo vitigno si dimostrano perfetti per l’affinamento in botte.
Nome Italiano del vitigno a bacca chiara Pinot Blanc. In Italia è diffuso nel Nord-Est, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli e Lombardia. In genere viene vinificato come bianco caratterizzato da una forte acidità, leggermente frizzante e di pronto cossumo. In Lombardia la sua forte acidità viene apprezzata per i vini spumanti.
Nome italiano del vitigno a bacca chiara Pinot Gris. In Italia è diffuso soprattutto in Friuli dove da alla luce dei vini bianchi caratterizzati da una elevata acidità. È presente anche in Lombardia dove viene usato quasi esclusivamente nell’industria dello spumante. Si trova anche in Emilia Romagna e in Trentino Alto Adige.
Nome italiano del vitigno a bacca scura Pinot Noir. In Italia è diffuso nel Nord-Est e in Lombardia, dove viene utilizzato, principalmente, nell’industria dello spumante.
Antica uva a bacca scura della Liguria e della Toscana.
Varietà a bacca bianca, coltivata in Valle d’Aosta, soprattutto nella zona di Morgex e La Salle, dove si produce il noto Blanc de Morgex et de La Salle. Denota una buona resistenza al freddo e una maturazione particolarmente precoce.
Vedi Montepulciano.
Vitigno a bacca scura dell’Italia meridionale. È molto diffuso in Puglia. Produce vini di colore intenso, strutturati e di elvata gradazione alcolica.
Sottovarietà Umbra del Trebbiano.
Vitigno autoctono dell’Italia Nord -Occidentale a bacca bianca da cui si produce l’omonimo vino leggermente frizzante.
Varietà a bacca scura che costituisce la struttura portante del Vino Nobile di Montepulciano.

The Pugnitello grape, with a black berry, is grown in the Tuscany region.

The Pugnitello is a grape variety that is characterized by the shape of the bunch, small and conical truncated, similar to a fist (hence the name). There is no certain information relating to its origin, but it is thought that it may come from the province of Grosseto. It has some morphological similarity with Montepulciano, from which it differs however for the lower productivity and for the different shape of the bunch. It is not explicitly present in any DOP denomination, but we can find it in many varieties of the IGT Toscana.

Grape characteristics:

Leaf: medium, medium long, pentagonal, five-lobed

Cluster: small, short, pyramidal, medium compact

Berry: medium, uniform, rounded, with circular section

Peel: thick, leathery, blue-black in color, very pruinose.

Sensory characteristics of wine:

A very intense ruby ​​red wine with purple hues is obtained from the Pugnitello grape. The nose is slightly herbaceous while on the palate it reveals a full taste, high alcohol content, good acidity and high finesse tannins.